• eSopt logo
    Ecoo Tecnologia e Telecomunicazioni - Ragusa - Sponsor

Le Opere

Le Opere” è una pagina riepilogativa che vuole raggruppare tutte le creazioni artistiche originali e ispirate alle cause fino adesso perseguite da Si… l’idea è buona! in un unico contenitore, per facilitarne la veloce individuazione, gli autori, la loro storia. Di ciò che è stato realizzato con la collaborazione e l’intervento di numerosi artisti ne abbiamo scritto in diverse pagine di questo blog.

Giovanni Firrincieli  – Per l’immagine si ringrazia: https://www.artetra.it/giovanni-firrincieli/

Cominciamo con Giovanni Firrincieli al quale ho chiesto di rappresentarci il tema della Pace http://firrincieli.artonline.company/, in occasione della conference@show dedicata a Bruno Ficili al Teatro Italia di Scicli di qualche anno fa, qui un riepilogo https://www.youtube.com/watch?v=37YSm9a32PQ&t=7s e l’articolo sull’evento tratto da ragusanews.com.

Giovanni, artista eclettico e molto sensibile, ha donato la sua ispirazione per il Viaggiatore della Pace Ficili realizzando un dipinto (precisamente pastelli su cartoncino) e un breve racconto che ha accomunato in un solo titolo, “Oltre l’albero“.

Qui potete ammirare e leggere Oltre l’Albero (dipinto e racconto) a firma di Giovanni Firrincieli.

Durante la serata al Teatro Italia di Scicli, furono eseguite 4 canzoni ispirate alla storia dell’Associazione per l’Educazione Alla Pace di Bruno Ficili durante i suoi tanti anni di impegno in giro per il mondo, ideate dal sottoscritto ed arrangiate da vari gruppi che si esibirono quella sera.

  1. “Watch where you go” (Attento a dove vai) ispirato alla tragica guerra tra Hutu e Tutzi
  2. “Solo un attimo” prende spunto dall’attimo in cui Bruno Ficili decise di dedicarsi agli altri
  3. “Ninna nanna nanana” dedicato all’esperienza vissuta nei campi profughi durante la guerra nella ex Jugoslavia
  4. “Viaggiatore della Pace”, dedicata ll’avventura della sua vita!

Nel video qui sotto un breve riassunto dei 4 brani

L’ultimo brano, “Viaggiatore della Pace, divenne poi un videoclip, riarrangiato e registrato anche grazie all’intervento di Raffaele Romano, Jacopo Pellegrino, Giacomo Campione, Giovanni Cappello, Dario Adamo, Oriana Della Luna, alla collaborazione delle dirigenti e delle insegnanti dell’Istituto Comprensivo Elio Vittorini di Scicli,  del Circolo Didattico Paolo Vetri di Ragusa, alla amichevole partecipazione di Alice e Serena Portelli, di papà Angelo e di mamma Samanta e tutti i loro piccoli e grandi amici.

Qui potete leggere l’idea ispiratrice del videoclip

 

In questa foto ripresa al Teatro Garibaldi di Modica -quando abbiamo presentato il videoclip- l’intero cast di Viaggiatore della Pace

In realtà, il video si accompagna alla prima edizione dell’omonimo libro che racconta alcuni tra i momenti più importanti dell’attività di Bruno Ficili e alla scrittura del quale hanno contribuito, oltre alle scuole primarie Vittorini e Crispi di Scicli e Ragusa, anche il Circolo Didattico Palazzello, sempre a Ragusa, senza dimenticare l’intervento di tanti amici e bambini a sostegno dell’ideale della Pace.

Qui potete leggere del libro Viaggiatore della Pace

Giusto per la cronaca, la serata presso il Teatro Garibaldi, per espressa volontà del professore Ficili, fu dedicata a una comunità di Scicli, la comunità del Rosario, un gruppo di volontari che si prendono cura di famiglie disagiate nel circondario del comune di Scicli. A tal fine fu organizzata una raccolta di generi alimentari e di prima necessità da destinare alla Comunità presso il Convento della Madonna del Rosario. Ogni persona o quasi del pubblico intervenuto in Teatro donò una borsa di generi alimentari e di prima necessità e tutte furono donate alla rappresentante della Comunità, Gabriella Portelli.

Nel video sotto, il suo ringraziamento durante la serata

Nei vari appuntamenti poi realizzati presso il Centro del Rosario di Scicli, momenti di convivialità e condivisione, è sorta per me anche la necessita di creare un simbolo che potesse accomunare gli sforzi portati avanti dai volontari del Centro del Rosario. E così che è nato il brano musicale “Questo passa il Convento”, un inno dedicato alla Comunità sciclitana il cui testo e il video relativo alla prima rappresentazione fatta proprio al Convento del Rosario riporto qui sotto

Testo Questo-passa-il-convento

L’Inno “Questo passa il convento” dedicato al centro Diurno presso il Convento Maria SS del Rosario a Scicli. Lo pensavo da tempo. Se la musica unisce, perché non scrivere un inno che descriva quel che succede al Convento ? E così è stato. Una bella esperienza vissuta con gli amici degli AreaSud che per questa occasione hanno arrangiato il pezzo. Sogno di registrarlo in studio, di creare un cd ed inserirlo in questo, insieme ad altri brani per fare una raccolta di canzoni con temi per riflettere. Ci riuscirò/ci riusciremo ? Speriamo  che il sogno possa diventare realtà, con l’aiuto anche della “città più bella del mondo”, Scicli (Elio Vittorini).

WhatsApp chat