• eSopt logo

47) Le demenze e la malattia di Alzheimer – Conosciamo i protagonisti del Convegno dello scorso 9 Febbraio presso l’Ordine dei Medici e degli odontoiatri di Ragusa – L’immagine in evidenza è di Mark Faber

L'immagine è di Mark Faber (Bolzano)
Alzheimer – L’immagine è di Mark Faber (Bolzano)

 

Ancora info sul Centro Educativo Alzheimer di Ragusa a questo link: https://www.rfcomunicazioni.eu/home/centro-educativo-alzheimer/

Con il Convegno dello scorso 9 febbraio -grazie all’impulso dato ad esso dal prof. Iemolo e dai professionisti del Centro Alzheimer del Guzzardi di Vittoria- presso l’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri di Ragusa si chiude il percorso fatto insieme al Centro Educativo Alzheimer di Ragusa. Un percorso lungo due anni in cui abbiamo cercato di informare (e qui accanto a dx o scorrendo i vari articoli della home trovate ampi resoconti) su un tema che, ahimè, pare destinato a coinvolgere sempre più famiglie nei prossimi anni. Alzheimer e demenze e in genere le malattie neurodegenerative sono, insieme anche alle distrofie muscolari come quelle di Duchenne e Becker (qui, http://www.parentproject.it/cambiare-il-mondo-e-un-gioco-di-squadra-la-xvii-conferenza-internazionale-di-parent-project/, news sull’ultima conferenza internazionale svoltasi nel weekend 15-17 del mese in corso a Roma di cui negli anni scorsi ci siamo occupati insieme al Centro Ascolto Duchenne di Vittoria), sono patologie  neurodegenerative per le quali ancora non esiste una cura definitiva che le possa debellare. Esse incidono in modo prioritario sul nucleo famiglia, nonché nella comunità sociale che deve farsene carico. Come sempre ho scritto, non è compito mio dissertare scientificamente sul tema né proporre soluzioni ai molti problemi di ordine sociale che si presentano di fronte a un disagio così grande. Posso solo ringraziare tutti coloro i quali hanno, in diverse sedi ed occasioni, sostenuto questo percorso rendendolo possibile.  A cominciare dai professionisti (oltre a coloro i quali hanno dato vita al Convegno del 9)  che si sono prestati per l’informazione sul tema, il Dott. Giuseppe Sapienza, la Psicologa Teresa Ferraro, il Dott. Aldo Billone, il Dott. Giuseppe Muraglie. Grazie anche alle Unitre di S. Croce, Ragusa e Modica, agli imput del Dott. Stracquadanio (Modica), del Dott. Burrafato (Ragusa) della Sig.ra Maria Rosa Vitale (S. Croce Camerina), di Enzo Cavallo (Modica), del Dott. Piero La Terra e del Dott. Giovanni Di Gennaro di Vittoria, a Diego Ruiz e all’agenzia Mentecomica di Roma, a Carpe Diem Produzione srls, a Veronica Barbarino, a Hereatours  Viaggi e Vacanze Ragusa, a Francesca Nunzi, Maria Lauria, Sergio Muniz e a chi si è speso in prima persona per facilitare ogni evento, dal più grande al più “piccolo”. Spero di non aver dimenticato nessuno, chiedo venia in caso contrario!

Scarica il riassunto dell’intervento del Prof. Francesco Iemolo

Una mano d’aiuto fondamentale è arrivata dalle aziende che hanno condiviso l’iter informativo e che sono ricordate nella galleria che scorre sotto il menu di questo blog, nei video che potete visionare qui e nel video finale giù in fondo.  Ringraziamo gli imprenditori intervenuti nell’ultimo periodo a sostenere il cammino, oltre agli sponsor dell’incontro del 9 febbraio u.s. Tutto sommato, si è trattato di una unione tra pubblico -negli incontri con alcuni professionisti della materia- e privato che spesso sento dire in questi ultimi mesi, anni, come una augurante commistione per il bene della collettività. Il cammino è nato per sostenere il Centro Educativo Alzheimer di Ragusa come spesso capita di riconoscere i giusti meriti ad individui che della loro vita hanno fatto una missione al servizio, in primis, del benessere altrui. Ammetto che l’obiettivo (tra gli altri, come me li ero prefissati, l’obiettivo di creare attorno al Centro Educativo Alzheimer la possibilità di una rete di enti in cui si collabori, gli uni con gli altri, per affrontare insieme le patologie e che si riesca finalmente a lavorare in squadra), non è stato ancora raggiunto ma in realtà questa non è una vera e propria conclusione del viaggio intrapreso insieme.

 

Scarica e leggi l’intervento della Dott.ssa Migliore

Scarica e leggi l’intervento della Dott.ssa Frasca

Adesso iniziano i momenti cui forse sono più affezionato. I momenti in cui la solidarietà creativa di pubblico ed artisti ci permetteranno magari di rendere concreto l’obiettivo che mi raggiungere in favore del Centro Educativo Alzheimer. Saranno l’arte e il gusto a riunirci tutt’intorno, senza angoscia per il tema trattato e sempre #conilsorrisosullelabbra. Insieme ad alcuni amici che fanno della sensibilità e dell’ispirazione il loro modo d’essere, tratteremo ancora i temi in questione al fine di renderli più “facilmente digeribili” anche grazie al “gusto” con cui li “cucineremo”. So di essere poco chiaro ma Arte, Gusto e Finalità Educative saranno la seconda parte di questo cammino intrapreso e spero che tutti insieme lo potremo portare a termine. Vi terremo ovviamente informati. A presto allora!

Convegno Alzheimer 9 febbraio 2019
Convegno Alzheimer 9 febbraio 2019
La Dott.ssa Daniela Spadaro, psicologa presso l'UOC Neurogia del Guzzardi di Vittoria, durante il suo intervento al Convegno presso l'Ordine dei medici di Ragusa
La Dott.ssa Daniela Spadaro, psicologa presso l’UOC Neurogia del Guzzardi di Vittoria, durante il suo intervento al Convegno presso l’Ordine dei medici di RagusaLa Dott.ssa Angela Vincenzino, caposala UOC Neurologia di Vittoria, durante il suo intervento sull'organizzazione dell'assistenza ospedaliera

La Dott.ssa Angela Vincenzino, caposala UOC Neurologia di Vittoria, durante il suo intervento sull’organizzazione dell’assistenza ospedaliera

Da sx a dx il Dott. Antonello Giordano, la Dott.ssa Viola Frasca, la Dott.ssa Angela Vincenzino, la Dott.ssa Daniela Spadaro, la Dott.ssa Daniela Migliore e il Prof. Francesco Iemolo
Da sx a dx il Dott. Antonello Giordano, la Dott.ssa Viola Frasca, la Dott.ssa Angela Vincenzino, la Dott.ssa Daniela Spadaro, la Dott.ssa Daniela Migliore e il Prof. Francesco Iemolo

 

Grazie a tutti!

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat